Project Description

Il Progetto intende educare i bambini al gusto e ad una corretta alimentazione, avvicinandoli a conoscere la biodiversità e le produzioni alimentari tradizionali ad essa collegate. Promuovere un nuovo modello alimentare, rispettoso dell’ambiente, delle tradizioni, capace di avvicinarli al mondo della produzione e una maggior condivisione dei saperi. Introdurli alla multiculturalità perché l’uomo non sempre consuma il cibo come si presenta in natura, ma lo modifica, lo trasforma secondo le sue esigenze, le sue preferenze, la sua identità. Ecco che il cibo da elemento della natura diventa elemento della cultura.

Come e cosa si mangia dipende sia dalle risorse offerte dal territorio, sia dalle abitudini familiari che dal rapporto che si crea fra le persone e il cibo. La prevenzione a tavola deve iniziare sin dall’infanzia e diventare patrimonio della cultura di ogni persona.

Il canale scolastico, quale canale privilegiato, coinvolge anche i genitori che, in tal modo, si alleano col mondo della Scuola per una fattiva collaborazione al fine di promuovere comportamenti sani nelle persone in formazione.

In sintesi, l’alleanza con il mondo della scuola, con alcune agenzie educative e con le famiglie è fondamentale per sostenere e consolidare una cultura alimentare fondata sui principi del vivere sano, del rispetto ambientale, del consumo consapevole e delle scelte alimentari responsabili.

Articolazione del progetto

Realizzazione di piccoli orti nelle scuole da cui far nascere saperi legati alla cultura del cibo, alla salvaguardia dell’ambiente, al rispetto della natura.

Le attività avranno una parte formativa e una parte applicativa.

Verranno vissuti percorsi tematici sul complesso mondo dell’alimentazione e, quindi, sul cibo, sulle risorse del pianeta, sugli sprechi, su scelte e consumi consapevoli e sulla fame nel mondo.

Le attività del progetto

Tutti in cucina…accendiamo i fornelli

Realizzazione di esperienze pratiche con docenti e bambini alla scoperta di vecchi e nuovi sapori e saperi viaggiando nel mondo del gusto.

La ricerca, attraverso questionari, di:

  • cosa piace
  • cosa non piace
  • cosa piaceva prima
  • cosa non c’è più

Realizzazione di cartelloni illustrativi

Adotta una ricetta

Far coltivare negli orti scolastici aromi e prodotti da utilizzare nella preparazione di alcuni piatti (es. polpette al basilico, linguine al limone…).

Una ricetta per ogni Istituto che aderisce al progetto con presentazione finale e premio alla ricetta più gustosa realizzata dai bambini.

Percorso e modalità di attuazione:

  • Individuare gli spazi esterni alla scuola dove posizionare le cassette;
  • Preparare le cassette con tutto l’occorrente per la coltivazione degli orti;
  • Mettere in posa i semi per poche verdure invernali e preparare la terra per la semina primaverile;
  • (nota: per la semina verrà promosso un coordinamento delle scuole in modo da scambiare idee e suggerimenti)
  • Avere facilità di accesso all’acqua;
  • Avere la presenza attiva delle famiglie
  • (coinvolgimento, ove possibile, anche dei nonni);
  • Promuovere la raccolta di cose utili all’attività di semina e coltivazione come legnetti, palettine, vecchi cucchiai, …

Attività per la Scuola dell’infanzia: “Senza terra siamo tutti giù per terra” 

Verrà privilegiata l’esperienza attiva del bambino attraverso la ricerca e la scoperta tramite il gioco e il dialogo, nell’ottica del:

“Fare giocando” “Agire cooperando” “Sapere ricercando”

attraverso giochi, racconti, percorsi immaginari che accompagneranno i bambini a conoscere le caratteristiche del cibo e la sua provenienza.

Obiettivi per la Scuola Primaria:

  • Conoscere l’importanza dell’alimentazione e del diritto al cibo;
  • Conoscere gli effetti di una alimentazione eccessiva o insufficiente;
  • Cogliere la relazione tra cibo, salute e ambiente (alimenti biologici,
  • stagionalità, riciclo e raccolta differenziata);
  • Conoscere realtà culturali diverse;
  • Limitare lo spreco alimentare.

In entrambi i percorsi è previsto:

  • il coinvolgimento delle famiglie;
  • attività di laboratorio nelle singole classi;
  • utilizzo di materiale didattico – educativo;
  • somministrazione di questionari in classe e a casa con i genitori;
  • realizzazione di un evento finale.

I temi della sana alimentazione, attraverso la coltivazione degli orti, saranno trattati dai docenti all’interno della loro programmazione didattica, in sintonia con l’offerta formativa della scuola.

Successivamente, alcuni temi saranno approfonditi da esperti in incontri in cui si prevedono mezzi multimediali, attività ludiche, di laboratorio, nonché momenti di verifica dei risultati raggiunti.

Galleria fotografica